Di tutto il dibattito io condivido cose dette sia da una parte che dall’altra. Il punto è che non era quello il punto.
Il punto è che esiste un’emergenza che prescinde dalla sete e dalla fame di una giornalista delusa e del suo giornale in crisi.
Il punto è che di questa emergenza non si sta occupando nessuno, malgrado sia forse più importante di una nuova legge elettorale[…]
Il punto, infine, è che io – che posso dirmi benestante e non ho ancora superato i 40 anni – dalla maggiore età in poi ho già sperimentato una quantità di lavori tale da rendermi impossibile spiegare in famiglia che cosa faccio realmente. Mio padre, in tutta la vita, non ha mai cambiato lavoro. Auspicherei che si riesca a convenire, tutti, che possa esistere una via di mezzo.
Il punto – e con questo chiudo – è che se ne è parlato.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *